JOSEPH GORDON-LEVITT SU MAX RACCONTA 50/50

Evento segnalato da fedecervieri in data 01-03-2012

Nato il 17 febbraio di trentuno anni fa, Joseph Gordon-Levitt è il re incontrastato del cinema indie americano. Negli States l’hanno eletto “il camaleonte più camaleonte di Hollywood”, lui commenta così tra le pagine di MAX, in edicola e su iPad dal 1 marzo: «Quello di celebrity è un concetto di cui non mi frega assolutamente niente… è una divisa che vogliono cucirmi addosso… Una volta toccava a re e regine essere “famosi”. Oggi le celebrities nazionali sono diventati gli attori… non è una cosa sana. Eppure siamo noi che lavoriamo nello showbiz, i responsabili di questo. Noi che accettiamo di farci fotografare e di entrare nel sistema, per vanità, ambizione e anche fame di denaro. A me interessa solo fare buoni film: il resto è zero».

Figlio di due fricchettoni impegnati degli anni Settanta, Joseph Gordon-Levitt a 11 anni vinse il premio come miglior giovane artista dell’anno per “In mezzo scorre il fiume”. Gli piacciono Gena Rowlands e Earren Oates, ma il suo idolo è Robert Redford. Ha una passione sfrenata per la Francia e per le ragazze francesi. Ama film come Dumbo e F come falso di Orson Welles ed è una presenza fissa nei film di Christopher Nolan (“Inception”). Al 29° Torino Film Festival ha presentato 50/50 di Jonathan Levine, commedia sul cancro incentrata sulla rinascita post trauma, di cui è protagonista: «Di questo film mi interessava il lato emotivo del mio personaggio, capire come un’esperienza simile modifica la tua quotidianità e la tua personalità». 50/50 ha un manifesto choc: battendo sul tempo gli effetti della chemio, c’è JGL che si rasa la testa, con il miglior amico che gli passa un rasoio: «In genere, girare un film è quanto di più ripetitivo possa esserci. Anche qui abbiamo fatto e rifatto tutte le scene: tranne questa, ovviamente. Perché rasarsi una volta, ok, ma la seconda no!»

DETTAGLI EVENTO
COSA: Beneficenza; DOVE: Italia; DATA: 01-03-2012;

I COMMENTI DEGLI UTENTI PER QUESTO EVENTO

DI29hL , [url=http://pcvgzawgxsec.com/]pcvgzawgxsec[/url], [link=http://cgmajnwf
DI29hL , [url=http://pcvgzawgxsec.com/]pcvgzawgxsec[/url], [link=http://cgmajnwfepeh.com/]cgmajnwfepeh[/link], http://oxkgctqayuxs.com/

Commento inserito da xVbALHhtLKyzyaBs in data 2013-01-13 11:47:29

bO7QMP hsqhgqbbnvuh
bO7QMP hsqhgqbbnvuh

Commento inserito da BbWkZhcDUNxsCA in data 2013-01-13 01:47:36

J0eJt0 , [url=http://jzmwircsslgm.com/]jzmwircsslgm[/url], [link=http://sbthlkfm
J0eJt0 , [url=http://jzmwircsslgm.com/]jzmwircsslgm[/url], [link=http://sbthlkfmzarf.com/]sbthlkfmzarf[/link], http://mkipqlbehhie.com/

Commento inserito da gXnWTVojuCbuY in data 2013-01-11 14:00:50

Non ho provato gioia nel setinre che Bin Laden e8 stato ucciso , ma un click
Non ho provato gioia nel setinre che Bin Laden e8 stato ucciso , ma un click e8 scattato dentro di me, come se qualcosa fosse finalmente andato nel posto giusto. Giustizia e8 stata fatta Bin Laden era ed e8 un simbolo, morto un Bin Laden se ne fa un altro Capisco i festeggiamenti degli Americani, non perche9 una persona e8 stata uccisa, ma perche9 e8 stato ucciso il babau l'uomo nero che tormentava lo spirito degli americani dall'11 Settembre 2001, a quanto ho letto sentito e8 da Agosto che lo stavano pedinando, lo tenevano sotto tiro, probabilmente avrebbero voluto anche farlo fuori l'11 Settembre 2011, a dieci anni esatti, magari e8 successo qualcosa che ha fatto decidere per questo momento qua E' vero che tutti hanno diritto ad un giusto processo, ma i criminali vanno processati, quello che ha fatto Bin Laden va oltre al crimine, e8 stato un atto di guerra, contro il nostro modo di vivere, contro il nostro modo di pensare, contro quello che siamo noi In guerra i proiettili volano e le persone muoiono Non e8 morto da eroe, non e8 morto da martire, si e8 riparato dietro ad una donna, facendosene scudo (almeno e8 questo quello che dicono, e lo dicono per distruggerne il simbolo, un uomo se muore in battaglia con le armi in pugno verre0 considerato un eroe, o se privato delle armi si oppone al nemico, verre0 considerato un martire, ma facendosi scudo di una donna, verre0 considerato tale?)Morto l'uomo Bin Laden, adesso stanno distruggendo il Simbolo Bin Laden, lo hanno sepolto in mare per non offrire a nessun fanatico una mecca a cui pregare, per togliere ogni riferimento alle sue spoglie mortali Non provo gioia, ma un senso di cupa soddisfazione.Ho provato un senso di perdita per le vittime del WTC, non in quel momento esatto, ma dopo, in quel momento esatto era tutto troppo incredibile inconcepibile , ma la rabbia che ho provato quando ho visto i palestinesi saltare di gioia alla notizia di quella distruzione, mi avrebbe fatto fare in modo che se avessi avuto un mitra in mano glielo avrei scaricato addosso Pero' Pero' per loro noi siamo il Nemico, a torto o a ragione e8 cosi' noi siamo il loro Nemico, perche9 non abbiamo fatto loro del bene, perche9 sono stati cresciuti in quella maniera, perche9 li abbiamo usati Male e Bene si contendono da quando esiste il mondo, il problema e8 che nei libri Male e Bene sono divisi, chi combatte per il male sa di combattere per il male, chi per il bene sa di combattere per il bene Nella vita reale nessuno accetta di combattere per il male. Perche9 tutti combattiamo per il Bene, ed e8 il Male ad essere il nostro nemico Nella vita reale tutti crediamo di combattere contro il Male

Commento inserito da LlrpCmeo in data 2013-01-10 05:54:52

COMMENTA QUESTO EVENTO!
Inserisci un tuo commento all'evento.
Ricorda che sei responsabile di ciò che scrivi. Usa il buon senso!

Il tuo nome (Oppure un nick, max 24 car.)


Titolo breve del commento (max 80 car.)


Commento (Non essere volgare; usa il buon senso)


Il tuo indirizzo email


Trascrivi il codice di controllo






Consuma meno energia e risparmia sulla bolletta!